GoldEUR 51.79   per gram
Sep 30 2020 21:29 EST

Nel giorno del nuovo record del prezzo oro, non potevamo non commentare un interessante analisi di Anna Golubova pubblicata su Kitco news che potete leggere per intero tramite il link in inglese e la traduzione di cui non ci prendiamo responsabilità.

A far salire la quotazione oro non è soltanto l’emergenza sanitaria covid-19 e la crisi che sta generando, ma sarebbe la mancanza di fiducia nel dollaro che spinge le banche centrali a comprare oro e non dollari USA.

Le mentalità dei gestori dei fondi si dividono tra chi prevede deflazione e chi prevede inflazione e propendono, i primi preconizzano una stabilizzazione soglia del prezzo oro intorno ai 1.850$/oncia, i secondi per una ulteriore crescita importante data dalla necessità della FED di salvare il salvabile.

Quale sia lo scenario non lo sappiamo ma di certo, chi avrà oro fisico in portfolio, potrà rimanere tranquillo alla finestra chi aveva ragione.

“Il sistema del dollaro USA ha funzionato finora. Ma stiamo arrivando al punto in cui c’è così tanto debito nel mondo e con questa nuova crisi, c’è ancora più debito “, ha spiegato Piquard. “Le persone stanno scoprendo che forse dovranno apportare alcune modifiche al modo in cui il dollaro USA funge da sistema di riserva. Probabilmente gli Stati Uniti dovranno stampare molti dollari per salvare tutto questo debito. Questo sta davvero alimentando il rally dell’oro. “…..

…..“Tutto ciò che la Fed deve fare è comprare ciò che viene venduto. E questo è un po’ quello che hanno fatto “, ha detto Piquard. “Per prima cosa hanno acquistato obbligazioni. Ora, stanno dicendo che compreranno aziende. Le banche centrali di tutto il mondo lo hanno già fatto.
I giapponesi hanno acquistato titoli per chissà da quanto tempo, la banca centrale svizzera ha acquistato titoli ”. Sulla base dello scenario inflazionistico, la Fed continuerà a intervenire, stampare più denaro e indebolire il dollaro USA.”